CASA SERENA: CI SONO TRE POSITIVI COVID?

di Raffaele Lisco.

Saranno attendibili le voci che danno tre positivi Covid 19 dentro la RSA “Casa Serena” di Grado? 

Le mie Spie, presenti in ogni dove, mi hanno girato la notizia che, secondo fonti attendibili al 100%, dentro la RSA “Casa Serena” di Grado, ci sarebbero almeno TRE persone risultate positive al Coronavirus.

Si tratterebbe (il condizionale è puramente “cautelativo”…), di una degente attualmente ricoverata in ospedale e due collaboratori della cooperativa che lavorano all’interno della struttura in oggetto.

La notizia, se trovasse conferma ufficiale nelle sedi preposte, di per sè non sarebbe niente di più che la spiacevole informazione che il virus è tornato a diffondersi dentro la nostra Casa di Riposo. Tuttavia, quello che trasformerebbe un normale fatto locale nell’ennesima dimostrazione di assenza comunicativa alla propria cittadinanza dell’amministrazione in carica, sarebbe proprio l’assordante silenzio del sindaco.

Alla data di pubblicazione di questo articolo, non sono riuscito a trovare nemmeno un rigo scritto da Dario Raùgna, che facesse riferimento a questa “indiscrezione” sanitaria, ne sulla stampa ufficiale, ne sui Socials, dove il sindaco è sempre molto attivo, ne altrove.

Se sarà confermato che, da giorni, realmente ci sono dei contagiati all’interno della RSA gradese (e difficilmente il fatto sarà insabbiabile),  sarebbe molto grave scoprire che il sindaco ha tenuto nascosta questa notizia della massima importanza, soprattutto per chi avesse, attualmente, un parente ricoverato nella struttura.

Se per i contagiati (confermati) dell’Ospizio Marino, dove il primo cittadino è riuscito a nascondere la realtà per una settimana, giustificando la mancanza informativa con la risibile giustificazione di “…non essere responsabile di quanto accade all’interno di una struttura privata…” (…), per Casa Serena le suddette motivazioni non funzionerebbero.

Com’è noto, GradoSpia è sempre sull’attualità locale, quasi sempre, prima di qualsiasi altro organo d’informazione anche più “titolato” di un semplice blog e “stana” quotidianamente quelli che preferiscono il silenzio alla trasparenza.

Aspettiamo che il governo gradese confermi o smentisca questa notizia, naturalmente dopo essere stati “spontaneamente” invitati a farlo…

®RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

 

 

 

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.