A FOSSALON, LE ISTITUZIONI TRASCURANO LA PANDEMIA.

di Raffaele Lisco.

I genitori degli alunni della Scuola Elementare di Fossalon, si lamentano per i ritardi istituzionali sui contagi rilevati.

Sono stato contattato da una rappresentanza dei genitori degli alunni della Scuola Elementare di Fossalon, in merito alla gravissima situazione che stanno vivendo, a causa dei contagi da Covid 19 rilevati presso l’istituto scolastico in oggetto.

Recentemente, due alunni della e elementare della Scuola Prmaria della frazione di Grado, sono stati dichiarati positivi al Coronavirus e, di conseguenza, tenuti a casa dai genitori in isolamento fiduciario.

Fino a qui nulla di particolare, scontati i migliori auguri di pronta guarigione. Tuttavia, a valle di questa notizia, sono sorti dei problemi per i quali i genitori degli altri alunni compagni di classe dei due contagiati, hanno vissuto grande preoccupazione.

Infatti, nonostante il problema sanitario rilevato, ne Asugi ne tantomeno il sindaco di Grado, Dario Raùgna, (e l’assessore alla sanità Gaddi…), avevano pensato di agire istituzionalmente per mettere in sicurezza gli alunni coinvolti.

Solamente ieri, 4 marzo c.a. alle ore 16.30, dopo giorni di promiscuità tra gli alunni delle classi coinvolte, Asugi ha deciso di informare le famiglie sulla chiusura delle classi a partire da oggi, in attesa del tampone rilevatore previsto per il giorno 10 c.m.

Ricordo che la scuola elementare di Fossalon è a TEMPO PIENO, ovvero gli alunni pranzano tutti insieme alla mensa scolastica (naturalmente senza alcuna protezione individuale) e condividono tutto ciò che toccano e/o ingeriscono durante il pasto.

Sconsiderato e criminale rimanere inerti di fronte al pericolo di un contagio collettivo altamente probabile ma, ancora peggio, non intervenire tempestivamente, laddove la Sanità Nazionale IMPONE di scongiurare anche la minima possibilità di trasmissione di un virus che, anche a Grado, sta dilagando incontrollato.

Giustamente, i genitori degli alunni della 2° e 4° elementare della Scuola di Fossalon, protestano vivacemente con chi deputato alla salvaguardia della salute pubblica (Asugi/Comune), per l’assenza ingiustificata di provvedimenti preventivi, sul pericolo pandemico rilevato nelle classi suddette.

Troppe chiacchiere dei soliti “virologi” un tanto al chilo, le difese inopportune di qualche “civico” leccapiedi e la palese inadeguatezza di una parte politica che s’indigna di fronte alle legittime critiche di chi vede il grave problema sanitario gestito molto male (…), non aiutano certamente a migliorare la gravissima situazione isolana ormai fuori controllo.

Tutto il resto, è solamente squallida propaganda che, soprattutto i genitori degli alunni delle elementari di Fossalon, respingono sdegnati al mittente.

®RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

 

Related posts