MATTEO POLO – IL VICESINDACO “GRETINO”.

di Raffaele Lisco.

Questo è il rispetto di Matteo Polo, vice sindaco di Grado, nei confronti del Presidente del FVG, Massimiliano Fedriga.

Ci sono diverse categorie di soggetti ai quali non è permesso (comunque) rivolgersi irrispettosamente nei confronti delle figure istituzionali. Se appartieni alla “feccia” (che non fa parte di alcuna responsabilità “pubblica”), ovvero, se sei solo un “diffamatore” che si permette di pubblicare la sua satira dalle pagine di un blog (…), puoi anche non piacere ma la critica resta confinata nell’ambito popolare. Al massimo, ne rispondi in tribunale.

Al contrario, quando rivesti un ruolo istituzionale, sei un “eletto” e il tuo compito sarebbe quello di amministrare una comunità (tutta), il lusso di poterti esprimere fuori controllo non ti appartiene. E’ un dovere imprescindibile quello di mostrare rispetto verso chi ti è superiore nella gerarchia politica e le tue critiche, DEVONO rimanere entro il recinto della buona educazione.

Come si può facilmente vedere, leggendo il commento postato sui Social dal vicesindaco e assessore del Comune di Grado, Matteo Polo, questo è il livello politico del portatore (in)sano di statura morale

Che dire, di fronte al cospetto di cotanta ignoranza? Quali aggettivi dovrei aggiungere per commentare la maleducazione, l’inciviltà e la spocchia di un bimbetto convinto di essere un “personaggio politico”?

Invece di preoccuparsi della serie infinita di stupidaggini attuate (delle quali andare poco orgogliosi) e della sistematica ricerca della rissa istituzionale, verso chi è di fondamentale importanza per la nostra comunità, il più noto come BimboMinkia isolano, si permette atteggiamenti inaccettabili e parole ingiuriose, verso chi gli dà chilometri di esperienza in tutti i campi

Il fatto triste, è quello che il nostro Coniglietto da Tastiera, ben nascosto dietro una piattaforma dove lo leggono solamente i suoi “amichetti”, a ogni occasione in cui si trova al cospetto del “vergognoso” (secondo lui) Fedriga, se la fa letteralmente addosso nel pannolone e si zerbina, supinamente, pur di ottenere qualche spicciolo col quale “beneficare” i suoi simili.

Questi sono i (finti) “democratici” gradesi di sinistra, gli stessi pronti a “offendersi” e gridare allo scandalo, quando ti permetti di criticarne le azioni politiche. Tu non puoi esprimere il tuo pensiero, loro (invece) possono insultare chiunque, dare della “feccia” ai loro stessi amministrati e definirsi “umani”. L’insopportabile mistificazione della realtà capace di negare l’evidenza, la reiterazione della menzogna come pratica consueta e la propaganda, usata come una clava, per “assolvere” le stesse dichiarazioni proferite e confermate dai loro “mentori” , come nel caso in oggetto…  

Molto male, caro il mio vice sindaco e assessore (sic!) Matteo Polo, non è certamente con questo atteggiamento “democratico” che farai carriera. Anzi, se posso lanciarmi in una previsione non richiesta, tra pochi mesi sarà già dura, per te, riuscire a mettere insieme il pranzo con la cena, attesa la fine della pappatoia alla quale hai attinto, abusivamente, per troppo tempo. I Gradesi ti hanno “miracolato” con mesate di bonifico, somme rubacchiate in cambio del nulla, cifra che sei perfino riuscito ad aumentarti unilateralmente, con effetto retroattivo.

Legittimo non essere d’accordo con l’avversario politico, meno accettabile utilizzare termini offensivi e giudizi trancianti un tanto al chilo (peggio di un Lisco…), dimenticando quale dovrebbe essere il proprio ruolo e chi si sta rappresentando ufficialmente

A nome della comunità gradese, quella sana, quella che lavora e ha fiducia in chi la governa a livello superiore di uno come Matteo Polo, mi scuso col Presidente Massimiliano Fedriga (che non ha certo bisogno del mio intervento ma è più forte di me…),  per il tono e il contenuto di chi non ci rappresenta, ne ieri, ne oggi ne, tanto meno, domani.

Matteo Polo, il vicesindaco “Gretino”.

®RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.