QUANTO COSTA UNA “BANDIERA BLU”?

di Raffaele Lisco.

Nuovo anno turistico, nuova Bandiera Blu. Ma quanto costa?

Anche quest’anno, l’amministrazione del sindaco Dario Raùgna esulta in ogni dove per la concessione della 33° Bandiera Blu alle tre spiagge dell’isola (Costa Azzurra, Spiaggia Principale e Pineta – ndr).

La “Foundation for Environmental Education” (FEE), ovvero l’ente che rilascia il colorato vessillo ai siti meritevoli dell’attestato di qualità che la Bandiera Blu rappresenta, anche per il 2021, ha ritenuto corretto accettare le AUTODICHIARAZIONI di adeguatezza ai parametri sotto esame, certificazioni (autonome) necessarie per ottenere l’attestato.

Quasi nessuno di coloro che riempiono i Socials di applausi al sindaco “Girino”, sanno che la Bandiera Blu è un riconoscimento “in vendita”, atteso il fatto che per concedere le “bandiere” la Fee si affida a minuziosi questionari redatti in regime di AUTOCERTIFICAZIONE. In buona sostanza sono gli stessi comuni a dichiarare che le loro spiagge sono un paradiso. «Sui controlli, purtroppo FEE non ha inteso fornire alcuna risposta – sostiene Francesco Di Lieto del Codaconsdel resto che ci siano delle contraddizioni è fin troppo evidente

Intendiamoci, non che voglia affermare che Grado non si meriti il massimo riconoscimento per la sua bellezza naturale, per la sua laguna unica e per il disegno geografico che il buon Dio le ha donato, tuttavia, bullarsi per quello che andrebbe migliorato e invece dimostra malgoverno e manifesta incompetenza, mi sembra un tantino esagerato.

Solo su questo blog, ogni giorno, vengono pubblicate le infinite “magagne” che sono il VERO fiore all’occhiello di questa deragliata amministrazione, notizie che se arrivassero alla Fee, dubito sarebbero agevoli per ottenere attestati di qualità come la Bandiera Blu

Insomma, cari lettori, la Bandiera Blu si “compra”. Forse non col denaro contante ma, sicuramente ingraziandosi chi ne dispone la concessione al rilascio, facendosi approvare gli AUTOPRODOTTI certificati di qualità del proprio mare, delle spiagge, delle acque e dei servizi pubblici presenti nel Comune “premiato”.

Lo dimostra “l’esclusività” con la quale (nel solo FVG) sono state assegnate ben 16 (sedici) Bandiere Blu: a Grado il riconoscimento è stato attribuito alla Spiaggia Principale, a Costa Azzurra e a Pineta. Altri riconoscimenti anche per l’arenile di Lignano Sabbiadoro. Per gli approdi turistici, sono stati riconosciuti: a Lignano Sabbiadoro –  Punta FaroDarsena Porto Vecchio, Porto Turistico Marina Uno, Punta Verde. Ad Aprilia Marittima, Punta Gabbiani, Darsena e Capo Nord. A San Giorgio di Nogaro figura Sant’Andrea. A Grado, Porto San Vito. A Monfalcone, Marina Hannibal. Per Trieste ci sono Portopiccolo e la Lega Navale Italiana.

A parte il Lido di Panzano e quello del Carabiniere, evidentemente poco abili nel magnificarsi (…), ovunque in regione sventola la Bandiera Blu 2021.

Fatevi una domanda…

®RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

Related posts