VACCINATO CONTRO DI VOI…

di Raffaele Lisco.

Da aprile sono vaccinato contro il Covid 19. Entrambe le dosi di Pfizer, come da copione.

Sinceramente, non ho partecipato alla rissa tra Vax e No Vax.

Anzi, mi sono tenuto abbondantemente alla larga, sia da quelli che valutano gli “anti” vaccino come degli “untori” dell’umanità, sia dalla corposa cerchia dei “complottisti” pronti a giurare che la pandemia sia solo una truffa del Sistema.

Soggetto definito “fragile” dalla Società, la mia linea di condotta è stata quella di adeguarmi alla massa e, per una volta nella mia vita anticonformista, accettare l’ordine superiore senza farmi tante pippe cerebrali.

Arrivato il mio turno, abbastanza velocemente per appartenenza di categoria “avariati” (aprile 2021), mi sono fatto inoculare entrambe le dosi di vaccino Pfizer, entro i 30 giorni previsti dal CTS, senza accusare alcun fastidio, effetto collaterale e/o altro tipo di malessere aggiunto. Insomma, stronzo ero prima del vaccino e stronzo sono rimasto anche da “immune”.

A differenza delle centinaia di migliaia di “contagiati”, stranamente, pur essendo un soggetto ad “altissimo rischio”, per l’evidenza di una montagna di patologie cliniche “felicemente” sopportate (…), durante tutto il periodo della pandemia mondiale, non ho mai accusato il minimo sintomo, pur essendo stato a contatto con soggetti poi risultati “positivi” al virus.

Il dubbio sulla gigantesca farsa, genialata usata per “truccare” le carte e poter disporre della totale libertà governativa, sottomettere la massa terrorizzata, incassare utili esagerati e bloccare qualsiasi tentativo democratico di espressione popolare, devo ammettere che mi è venuto in più occasioni. Tuttavia, anche ammesso e non concesso, da singolo cittadino, impossibile opporsi o pretendere spiegazioni, se non limitandosi ad abbaiare a mezzo Socials…

Così, alla fine, per non incorrere in “rogne” conseguenti a una non confermata certezza impositiva, ho preferito “seguire l’onda” e dotarmi del “certificato” (vedi foto) denominato Green Pass, QR da smartphone, col quale togliermi da ogni impedimento sociale.

Alla mia età, combattere ancora contro i Mulini a Vento, procura dolorose ferite che, nessuno di quelli che mi chiamano “eroe”, corre a sanare (…). Preferisco garantirmi la totale libertà d’azione, poter entrare e uscire, liberamente, dove voglio, tornare a viaggiare come un tempo e strafottermene del pensiero che mi abbiano avvelenato, inoculandomi chissà quale porcheria.

Per il tempo che ancora mi resta, “preferisco vivere”, godere della giornata che mi viene regalata, essere “stupido” e, soprattutto, scrostarmi quell’atteggiamento da Masaniello” (informato) che mi ha portato tanta visibilità ma mi ha obbligato ad ancora maggior “esclusione” dai posti che contano.

Sono vaccinato, ma, non “solo” dal “presunto” virus, sono immunizzato dallo sfinimento del vivere in mezzo a voi

®RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

 

 

Related posts