ELEZIONI SINDACI FVG IL 3 e 4 OTTOBRE.

di Raffaele Lisco.

Decisa la data per le elezioni amministrative del FVG.

Le elezioni amministrative si terranno il 3 ottobre dalle ore 7 alle ore 23 e il giorno seguente, 4 ottobre dalle 7 alle 15.  Lo ha deciso ieri (3 agosto) c.a. la giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti. I comuni interessati sono 38.

Sull’isola di Grado, il sindaco Dario Raugna aveva già annunciato un anno fa la volontà di ricandidarsi per un secondo mandato con la coalizione di centrosinistra, questa volta incassando anche l’appoggio del Partito Democratico. Viceversa, il centrodestra sosterrà Claudio Kovatsch, già sfidante dell’attuale primo cittadino nel 2016 ma senza il supporto dei partiti.

Al momento, non risulta alcuna  presentazione ufficiale di altre candidature a sindaco di Grado, oltre le due suddette. Difficile che questo accada, atteso il poco tempo rimasto a disposizione dei potenziali candidati.

Infatti, in rispetto della Legge in calce, “… La presentazione delle candidature alla carica di sindaco e delle liste dei candidati alla carica di consigliere comunale, con i relativi allegati, deve essere effettuata dalle ore 8 del 30º giorno o alle ore 12 del 29º giorno antecedenti la data della votazione…” [articoli 28, ottavo comma, e 32, ottavo comma, del d.P.R. n. 570 del 1960 e successive modificazioni].

Va da sè che, secondo quanto suddetto, entro e non oltre il 3 settembre, i candidati Dario Raùgna e Claudio Kovatsch (con le loro Liste collegate a supporto), dovranno depositare tutta la certificazione obbligatoria a corredo della elezione, sia generale di simbolo, che singola per i consiglieri in lista.

Un mese scarso, quindi, per comporre gli elenchi nominativi dei propri candidati, ai quali affidare la richiesta di voto ai cittadini elettori, presentare le loro certificazioni di Legge e comporre uno straccio di programma elettorale capace di raccogliere almeno un voto in più dell’avversario…

Sinceramente, stando alle notizie attuali che sussurrano di una grave difficoltà di entrambe le coalizioni nel reperire candidature accettabili, risolvere la scarsità di “quote rosa” (peraltro obbligatorie nella proporzione di almeno un terzo dei rappresentanti di lista) e la defezione di sempre più cittadini, poco disposti a “scendere in campo” per distacco morale da una politica considerata “sporca”, prevedo ansia e preoccupazione per gli attori in scena.

A tutto questo (che già basterebbe…), aggiungiamoci l’incapacità generale di riuscire a presentare una Campagna elettorale degna di tale nome, in piena stagione estiva e senza il possesso di una qualsiasi competenza Comunicativa, azione fondamentale per sperare di arrivare al cuore dell’elettore e strapparne la preferenza sulla scheda.

Nel mio “piccolo”, editore dell’UNICA piattaforma mediatica locale capace di attrarre un pubblico votante di sensibile interesse (…), proprietario di qualche migliaio di nominativi registrati negli Elenchi Elettorali del Comune di Grado e (umilmente) depositario dei fondamentali Principi della Comunicazione, nella mia qualità di “sgradito”, non potrò altro che stare a guardare il Mucchio Selvaggio che si accalcherà per convincere ognuno di voi che “loro” sono i più migliori…

P.S: Inutile ricordare che continuerò a commentare sui “Buoni & i Cattivi”.

(…to be continued…)

® RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

 

Related posts