“TELA DI PENELOPE”? NO, “PONTE BIANCO”…

di Raffaele Lisco.

Far & Disfàr, xè dùto un lavòrar…

Per quelli che volessero approfittare delle ultime ore utili per poter attraversare il Ponte Bullesi (Ponte Bianco) e recarsi sull’Isola della Schiusa da Riva Foscolo (e viceversa), suggerisco di muoversi in fretta, attesa la pubblicazione dell’Ordinanza n° 172 del 31 agosto c.a., atto pubblico col quale s’informano gli utenti che il Ponte Bianco sarà chiuso al transito dal giorno 6 settembre, fino a una non definita data di “fine lavori”. (vedi foto di testa articolo).

Ma perchè l’amministrazione Raùgna, nella persona dell’assessore ai LL.PP. Fabio Fabris, ha deciso di cantierare adesso, a ridosso dell’inizio delle scuole, la chiusura del ponte? Non era appena stato “manutenzionato” con appalto affidato alla Società Mari & Mazzaroli spa di Trieste, con delibera regolarmente approvata dall’amministrazione in carica?

La risposta sta nella necessità di adempiere all’esecuzione di un Opera Pubblica affidata dall’Amministrazione Comunale in continuazione ai lavori di manutenzione iniziati regolarmente ma calcolati malamente. (Contratto Rep. 4185 del 29.01.2020 e determinazione Dirigenziale n° 939 del 18.11.2019.).

Leggo facilmente le vostre facce stranite, conseguenza della mia colpevole descrizione “burocratica” di un fatto talmente ridicolo che, una volta tradotto e spiegato in modo facilmente intuibile per tutti, darà un duro colpo ai tifosi di parte, sulle convinzioni da “buongoverno” dei CWC e rafforzerà le motivazioni già radicate tra i loro delusi, ormai decisi a non votarli mai più.

Dunque, partendo dal fatto conosciuto dell’avvenuta decisione dell’amministrazione di “manutenzionare” il Ponte Bianco (non si è ancora capito per quali motivazioni “tecniche”), deliberata una spesa di notevoli dimensioni, alla fine del primo lotto dei lavori (appaltati alla Società Mari & Mazzaroli spa di Trieste), ci si accorse che, oltre una normale “bianchisada” e la riasfaltatura dei “gradoni” d’inizio e fine rampa del Ponte, altro di “nuovo” non era stato fatto.

Il problema di rendere fruibile il transito del Ponte Bullesi anche alle categorie “svantaggiate, in ottemperanza al Piano dell’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA), progetto tanto strombazzato dai “sinistri” sensibili (a chiacchiere) ai problemi delle “minoranze”, alla fine si era palesato in tutta la sua roboante evidenza: impossibile per un disabile in carrozzella, per una mamma col passeggino, per un “diversamente deambulante” obbligato alle stampelle, percorrere le rampe d’inizio e fine del ponte, a causa dei gradoni alti 30 cm. rimasti dov’erano sempre stati…

Una cappella da niente, oggetto delle risatine popolane, delle critiche a mezzo mediatico e degli sfottò ai “geniali ingegnieri” dell’amministrazione “civica” targata PD. Perfino il “Disabile di Maggioranza ma (anche) di Opposizione”, il “ciclato” buono per tutte le stagioni, Sebastiano “Natalino” Marchesan, aveva espresso durissime critiche verso cotanta manifestazione di stupidità generale.

Ecco spiegata l’uscita “settembrina” dell’ordinanza che va ad applicare quanto deliberato mesi fa e sospeso per la stagiòn, ovvero un ulteriore impegno di spesa pubblica aggiuntiva, per dare mandato all’impresa appaltante di distruggere il lavoro appena terminato (e pagato), demolendo i gradoni che impediscono l’attraversamento del manufatto, a chi non pratico della corsa ad ostacoli

Concludo, lasciando a voi lettori l’onere di rifletterci sopra, aggiungendo “carico”: anche con il percorso “spianato”, qualcuno dovrà convincermi che salire e, soprattutto, scendere quella pendenza impegnativa, non provocherà l’aumento della clientela ai gestori della Pizzeria Serenella (Riva S.Andrea – Isola della Schiusa) e l’attraversamento semaforico di Riva Foscolo a “tutta birra”  , causa impossibilità all’arresto della carrozzella disabili, passeggino “baby on board” e qualsiasi altro tipo di mezzo dotato di ruote.

Magari, potremmo scimmiottare anche noi il sindaco di Monfalcone, Anna Cisint, chiamare la Red Bull™ e organizzarci sopra un Campionato…

®RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

 

 

 

 

Related posts