ESCLUSIVO – L’INTERVISTA CON MAURIZIO DELBELLO.

di Raffaele Lisco.

In ESCLUSIVA, GradoSpia intervista il candidato sindaco della Lista Civica “AMO GRADO”, Maurizio Delbello.

In ESCLUSIVA, il nostro Direttore Raffaele Lisco, pubblica la prima intervista del candidato sindaco al Comune di Grado, Maurizio Delbello.

********

GRADOSPIA – Consigliere Delbello, Mi permetta di aprire questa INTERVISTA ESCLUSIVA, ringraziando il Gruppo di “Amo Grado” per la fiducia accordatami, avendo scelto la mia persona come vostro Responsabile Unico della Comunicazione. Mi auguro di potervi essere utile come professionista specializzato.

MAURIZIO DELBELLO – Siamo noi molto soddisfatti di essere riusciti ad assicurarci la grande competenza che ha dimostrato nel settore. GradoSpia è da tempo uno spazio divenuto indispensabile nel panorama informativo regionale e non conosco nessuno che ignori l’esistenza dello Spione Capo

GS – Bene, esaurite le autocelebrazioni, iniziamo con la prima domanda: obbligatorio chiederle per quali motivi ha deciso di “metterci la faccia” e avventurarsi in questa impresa da far tremare anche i polsi più saldi.

MD – Effettivamente, sfidare i due blocchi contrapposti di sinistra e di un centro destra più rosso che nero (…), non aiuta a vivere serenamente. Tuttavia, il gruppo che ha puntato sulla mia persona come proprio candidato sindaco, per non subire un duopolio che non rappresenta l’autonomia della nostra meravigliosa Grado, mi ha lasciato poco margine per poter esimermi dalle mie responsabilità di cittadino.

GS – Lei ha simpatie di centro destra, lo comprovano le sue appartenenze ai partiti nei quali ha militato (qualcuno, velenosamente, insinua essere troppi…), come mai si è assunto l’immagine di distruttore della coalizione di centro destra capitanata dal dott. Claudio Kovatsch, probabilmente favorendo il PD di Dario Raùgna? Come risponde a queste accuse?

MD – Innanzitutto, respingo con fermezza le facili accuse di essere un “voltagabbana”, insulto che potrei facilmente rimbalzare su chi è passato da Alleanza nazionale al PD, passando per la Margherita e, nel frattempo, dichiararsi “civico”. Oppure, di quello che nasce “pupillo” della Serracchiani, va a braccetto con Maio (ex segretario della “zarina” – ndr) e Brussa ma si è candidato con la Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, UDC e ProgettoFVG…Detto questo, l’accusa di “aver spaccato il centro destra” va girata in altra direzione e ad altre persone

GS – Lei ha inviato un Comunicato Stampa alle principali testate giornalistiche del FVG, noi compresi, dove annuncia il “ticket” con la dott.ssa Elisabetta Medeot. Se abbiamo capito bene, è stato deciso dal Comitato Elettorale di “Amo Grado”, di candidare al ruolo di Vicesindaca la sua collega Consigliera d’opposizione dell’ultima legislatura gradese.

MD – Esatto, riteniamo sia corretto e attuale anticipare agli elettori gradesi il cosiddetto ticket SindacoVicesindaca, rispettoso della Parità di Genere tra uomo e donna. Per noi di Amo Grado è fondamentale che le Donne di Grado siano rappresentate con rispetto, dentro la Giunta di governo. Elisabetta Medeot ha dimostrato in Provincia a Gorizia e in Comune a Grado, di saper gestire le problematiche femminili, in particolar modo di quelle gradesi. Logico, quindi, avvalersi della sua competenza (e per questo la ringrazio) che ha scelto di mettere a disposizione del nostro gruppo.

GS – Parliamo brevemente del Programma di Amo Grado: per quali motivi i gradesi dovrebbero preferirvi, rispetto alle Ciclopiche promesse “garantite” dai principali partiti nazionali? Il centro destra schiera l’appoggio del Ministro del Turismo del Governo Draghi (Garavaglia – ndr) ieri a Grado, del Presidente della RegioneFVG, Senatrici, Onorevoli e di altre figure di spicco della politica “che conta”. La sinistra candida il Capogruppo Regionale del PD, Diego Moretti, tanto per cominciare. Non avete paura di finire schiacciati dai giganti?

MD – Noi non abbiamo paura di niente e di nessuno. Ci presentiamo alle elezioni di ottobre per VINCERE, non certo per fare tappezzeria. Proprio la “discontinuità” nel confronto tra due competitors speculari tra loro, è il nostro marchio di fabbrica con il quale chiediamo ai gradesi di concederci la propria fiducia. Massimo rispetto per gli avversari ma Amo Grado, ha per slogan “Il Coraggio di una scelta”, non per caso. Un gruppo di “graisani”, ha scelto di fare politica a casa propria, senza dover chiedere il “permesso” a nessuno… 

GS – Per il momento, ringraziandola per la sua disponibilità, crediamo di aver offerto agli elettori, abbastanza informazioni sulla vostra Lista Civica e sulla sua candidatura abbinata alla dott.ssa Elisabetta Medeot. Confidiamo nel fatto di poterla risentire prima delle elezioni.

MD – Noi della Lista Civica “Amo Grado”Il Coraggio di una scelta, siamo e saremo sempre a disposizione dell’informazione seria, corretta e rispettosa della verità, come la vostra.

*******

GradoSpia augura buona fortuna a tutti i candidati a sindaco del Comune di Grado e resta a disposizione di chi, come il candidato Maurizio Delbello, vorrà comunicare qualcosa ai cittadini di Grado, attraverso il nostro spazio informativo. Senza pregiudizidisequilibri ma in modo serio e professionale.

®RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

 

Related posts