EDITORIALE – TOTOGIT: CHI SARA’ IL PRESCELTO?

di Raffaele Lisco.

L’invito è ufficiale: il 1° maggio, a Grado,  si inaugura la Stagione Estiva 2022. 

Anche a noi di GradoSpia.it, ultimi informatori della mailing list, è arrivato l’invito per l’inaugurazione della Stagione Estiva 2022, presso la Grado Impianti Turistici.

L’apertura de la “Stagiòn”, avvenimento che negli ultimi anni era stato fatto slittare a date non consoni con la storica tradizione dell’apertura della Spiaggia dell’Imperatore, è ritornata agli antichi splendori della giornata del 1° Maggio, domenica e Festa dei Lavoratori.

Salutando il Nuovo Corso (che poi sarebbe quello “vecchio” ripristinato…), la domanda da porci è la seguente: chi sarà (o saranno) i Dirigenti scelti da PromoturismoFVG per sostituire l’uscente Amministratore Unico Alessandro Lovato?

La tempistica parla di un tempo molto vicino alla scadenza, per il “prolungato” amministratore ancora in carica, attesa la data di fine aprile come termine del mandato e la nomina da parte dell’Assemblea dei Soci della Git Spa del nuovo Presidente (con CDA) oppure il rinnovo di un altro A.U. (senza CDA).

RegioneFVG, Camera di Commercio, Itur (ancora presente…) e Comune di Grado, questi i “proprietari” delle azioni di Git Spa, dovranno convergere sul nome da scegliere come nuovo legale rappresentante della partecipata regionale e, al momento, non sembrano esserci certezze da parte dei partiti politici di centro destra che ne hanno il potere.

Alla mia domanda posta sia all’Assessore Regionale al Turismo, Sergio Emidio Bini, sia al Presidente della RegioneFVG, Massimiliano Fedriga, sulla conferma del nome di Roberto Marin come prossimo presidente della Git (accordo stipulato a fine 2021 per agevolare la candidatura del sindaco Claudio Kovatsch), la risposta è stata vaga e incompleta, un infastidito “…deciderà una riunione di maggioranza…” che risolverà la questione.

Insomma, alla data odierna del 6 aprile c.a., a circa un mese dall’apertura ufficiale della stagione estiva 2022 di Grado, la principale azienda turistica locale (Git Spa – ndr) ancora non conosce la composizione del suo board gestionale.

Non è dato sapere ai cittadini se sarà ricomposto il Consiglio di Amministrazione (a tre, cinque, quindici…), oppure se verrà mantenuta la gestione dell’azienda “in solitaria”, attraverso la figura dell’Amministratore Unico, come attuato da Lovato nell’ultimo suo mandato.

Non ci vogliono far sapere se la “…riunione di maggioranza…” di un centro destra regionale, dove i coltelli scintillano sulle figure da nominare (…), accetterà di mantenere l’accordo stipulato con l’ingenuo Marin, pronto a tradire i suoi e ritirare la candidatura a sindaco di Grado in cambio della presidenza Git, oppure soddisfare gli alleati che non lo possono vedere in quel ruolo (FdI, Lega e ProgettoFVG) e cercare un altro candidato più gradito.

Un nome in testa io ce l’avrei.

Per esempio, un “delfino” locale  dell’Assessore Bini, candidato che è rimasto trombato alle elezioni comunali e necessita di una spintarella per meglio rappresentare la civica Biniana sull’isola e oltre. Magari, uno che ha rinunciato alla ricandidatura alla presidenza Ascom Grado, per tenersi libero…

Vedremo, ormai manca poco e non credo che i politici saranno così sciocchi da inaugurare la Stagione Estiva 2022 con la solita Magna Pompa che vede tutti presenti sul gazebo dell’ingresso principale della spiaggia, senza aver scelto il Primo Dirigente della Git Spa.

Come sempre, qualcuno godrà e qualcun’altro si mangerà le mani

®RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

 

Related posts