EDITORIALE – A NOI PIACE GIOCARE…

di Raffaele Lisco.

L’ultimo Consiglio Comunale ci ha definitivamente confermato che a noi piace giocare…

Il Comune di Grado, inteso come territorio abitato dai residenti e, per quanto località balneare, moltiplicata nelle presenze e problematiche conseguenti per un periodo dell’anno, non è stato in grado di allevare una Classe Dirigente “nostrana”, financo “foresta”, anche se naturalizzata “màmola”.

Ormai sono decenni che impera, sull’isola, la «Politica del Cortile» espressa da improbabili Capopopolo dè Noartri, soggetti “elevati” dalla condizione sociale di “quel mona” (…) a quella di “eletto”.

Si è perseguita la politica “grillina” senza nemmeno rendersene conto, con l’aggravante clinica del non averne nemmeno saputo approfittare, quando Di Maio & C. stavano al 33% nazionale…

“Uno vale Uno”, ci ha regalato un corposo serraglio di “onorabili” precipitati sulla terra a nostra insaputa. Amici e colleghi che da “eletti” non riconosci più, curiosi Visitors “oriundi”, attirati dall’odore del guadagno e il proliferare degli immancabili “esperti”, quelli che vivono solo “accomodati” sulle palle (le nostre) per spiegarti come devi vivere per essere felice…

Poi, quando gli fai notare che, non appena scesi dai coglioni, saresti all’istante “più felice”, s’indignano e ti giurano vendetta, non appena avranno leccato il culo giusto e saranno saliti in Classifica…

Ecco perchè, da tempo ormai lontano, noi “elettori”, abbiamo sostituito la Politica con il Gioco.

“Toni, cu vemo de votà sto giro?”“Noltri in famegia votemo quel, al na promeso che se vinse dopo i ne asume Kevin!”. “Alòra, se me dà la licensa, lo voto anche me!”.

Ancora provati dai festeggiamenti popolari conseguenti l’uscita dall’Era Raugna, oltre cinque anni nei quali ci siamo dati il turno per controllare i “civici”, è ancora fresco il ricordo di come la cittadinanza aveva promosso Dario Raugna a sindaco di Grado. Come sia finito il Faraone oggi, lo vediamo con compassione in diretta streaming…

E prima ancora, l’ascesa al Trono del Municipio del Katastrofa Team, l’Immobile Armata dei Ronchiato, Borsatti, Polo (Elisa) e altre comparse “riesumate”, veri “statisti” capitanati da Edoardo Maricchio, più noto sull’isola come il Magliaro. Anche lui finito “rottamato” a un soffio dalla fine, il massimo del disprezzo verso un’amministrazione pubblica e un mamòlo de Gravo. Maricchio è sparito, i peones sono ancora qui

Sorvoliamo, per brevità, sulla Meteora Olivotto, sindaca di destra riciclata a sinistra (o il contrario?) talmente sveglia da farsi sfiduciare dall’Asparago Gigante, Maurizio Delbello, un’altra conferma della regola…La Olivotto ha cambiato città (…) il “Fulgido” ancora scalda la sedia Consiliare.

Sarebbero centinaia i nomi dei “defunti politici”, ballerini e ballerine che hanno danzato una notte sola e poi sono tornati a pescare le oradèle (o a servirle).

Intanto, il territorio ha perso occasioni di sviluppo,  di fissare benefìci durevoli nel tempo per la propria comunità, l’acquisizione di prestigio e stima dentro le Istituzioni Provinciali, Regionali e Nazionali (per meriti…) e l’incasso di un  alto apprezzamento da parte della clientela turistica.

“Promessa dopo promessa”, siamo arrivati a oggi, consapevoli del nostro “difetto” de “…no intrigase…”, la stupidità di dire di sì al primo che te lo chiede (o in cambio di “qualcosa”), l’apatia indifferente della verifica sulle reali virtù dichiarate e sottoscritte ufficialmente.

Abbiamo imparato a “giocare”, quando abbiamo capito che, tanto, fin che mancheranno i “manici” e si proporranno le Terze Fila (…), nell’Era della Rete, passare da “statista” a “ballista” sarà sempre un attimo.

Vivremo anche una vita col freno tirato, ma vuoi mettere il divertimento di “fare e disfare” gli “amici” usciti per la tangente perchè “il partito” è l’unica cosa che gli resta?

Quale sadica pratica migliore, che regalare la preferenza di giorno e levarla di notte? Eleggere i peggiori regala il vantaggio, a quelli come noi “ingestibili”, di poterli aiutare a sputtanarsi da soli…

A noi piace giocare.

®Riproduzione Riservata.

 

 

 

Related posts