EDITORIALE – ARRIVA IL “PARKING DAY”…

di Raffaele Lisco.

Sono in tanti a non conoscere l’iniziativa denominata «Parking Day», evento in arrivo prossimamente a Grado. Ve la spiegano quelli di GradoSpia.it

 

Meglio di qualsiasi spiegazione, date un’occhiata al video che mostra chiaramente il fine dell’iniziativa Sociale (…) adottata dal Comune di Grado. Sono solo tre minuti di visione.

 

Per svolgere il Parking Day, ci si propone di occupare, per una giornata, uno stallo di sosta assegnato dal Comune, previa compilazione della domanda. Dalla mattina alla sera, i metri quadri di un parcheggio diventano un Parco, un Giardino o qualsiasi altro luogo realizzato dai “proprietari” giornalieri.

Scimmiottata la solita “amerikanata” che qualche provincialotto/a Comunale avrà battezzato come “genialata” (…), anche volendo essere magnanimi, appare evidente la presenza di alcuni errori di valutazione che potrebbero trasformare una simpatica iniziativa in una gazzarra incontenibile

Dev’essere sfuggito, ai “proponenti” (ma soprattutto agli “accettanti”) che un Parking Day si sublima all’interno di grandi città metropolitane, come quelle fissate nel video. Luoghi da milioni di abitanti, con territori adibiti a parcheggi che noi nemmeno c’immaginiamo.

Facile occupare un’isolato di Washington, magari un lotto periferico, oppure il parcheggio dello stadio di Toronto ma anche quello del Mall di Portland, “piccoli borghi” (…) praticamente identici a Grado

Non vorremo essere tacciati di “gufismo” ma facciamo molta fatica a immaginare l’Isola del Sole, in un sabato estivo tipo 17 settembre, dentro una potenziale giornata da “Sold Out”, come piace tanto a Marin (…), con i pendolari che si sfidano a duello per un parcheggio

Ci piacerebbe conoscere la figura dell’illuminato/a (…quella bella Testina scappata da qualche clinica…) che è riuscita a intortare la Giunta e farsi autorizzare l’unica richiesta da NON fare durante la stagione estiva: occupare lo spazio dei parcheggi. Di sabato, poi, peccato mortale non assolvibile nemmeno da Don Paolo…

Con l’auspicio che tutto vada bene e che durante il Parking Day non succeda che un furlàn impazzito, al quindicesimo giro di Via Pola, decida di piazzare il Suv sul “parchetto” della famiglia Corbatto, un bisiàc esasperato sfidi a duello l’ingenièr Fabris per il possesso dello stallo trasformato in replica del Municipio (…) e si vedano tentativi di stupro ai danni delle Custodi del Parcheggio in “allestimento”, ci permettiamo di suggerire ai fenomeni “eletti” (…), una più seria  e accurata analisi della situazione.

Fossimo i Vigili del Comune di Grado, ci daremmo già “malati” per sabato 17 settembre…

®Riproduzione Riservata.

 

Related posts