EDITORIALE – CI SIAMO «SFIBRATI»…

di Raffaele Lisco.

Ci domandiamo se valga veramente la pena di continuare…

L’immagine di testa articolo l’abbiamo presa in prestito dal profilo Social dell’ing. Fabio Fabris, il quale pubblica il post per informarci di “essersi stufato”. Da “simpatico umorista” qual è (…), approfitta della facile gag “onomatopeica”,  per “fare opposizione” alla maggioranza “noiosa”.

Pur apprezzando gli sforzi satirici del «civico» Fabris, siamo obbligati a ricordargli che, per un ex protagonista dell’amministrazione del Comune di Grado, ultraquinquennale (ex) “comandante” dei Lavori Pubblici sonoramente bocciato per il “buon governo”(del quale complice indiscusso) e attuale Consigliere Comunale di minoranza (la cadrega non si molla mai…), dichiarasi “sfibrato” dalla realtà diventa poco credibile. Soprattutto per quelli che hanno vissuto il Raugnismo & Friends.

Il testimonial del “sentiment” non è adatto, ma l’oggetto è giusto. Effettivamente, si sta velocemente passando dal disgusto all’indifferenza, sale prepotente la voglia di lasciare la politica appropriarsi di tutto e dichiararsi “astenuti” dalla finta richiesta di “partecipazione”. Quando ci sono le elezioni…

Dobbiamo chiederci, noi per primi, se valga pena continuare a fare “Satira Politica”, denudare il Re di turno e segnalare quello che la Stampa di Regime non scriverà mai. Ormai, sono quasi 12 anni che pubblichiamo quotidianamente i nostri Editoriali, rendendo “più umani” gli “onorabili” in evidenza.

Qualche scoop l’abbiamo portato a casa e abbiamo raggiunto buoni risultati statistici, numeri composti dai tanti lettori fidelizzati nel tempo. Tutte le reazioni “rabbiose” delle nostre vittime, Alti Statisti poi castigati dal giudizio della gente (…), sono stati il termometro della nostra penetrazione dentro le Stanze del Potere locale, provinciale e regionale.

Oggi la realtà sta superando la fantasia, siamo oltre l’immaginazione e se impegnarsi per scrivere Satira diventa un contesto utile solo a far divertire il pubblico, allora forse è ora di smettere. L’obbiettivo è sempre stato quello di far riflettere le persone, non quello di aggiungersi ai Fabris, per aumentare il numero dei comici  oriundi “mamuli de Gravo”…

Se c’è qualcuno che si è stufato del Caos, se ci sono degli ammalati di “fuffismo” pericoloso per i polmoni e, se proprio vogliamo dare a Cesare quello che è di Cesare, spetta a noi di GradoSpia.it lo scettro di “Sfibrati”.

Dobbiamo continuare, oppure è meglio liberare tutti i “kompetenti” (di prima di adesso e di dopo…) dal fastidio di essere la loro Cattiva Coscienza, spifferare (a tutti) i segretucci maldestramente lasciati nelle mani di Spie “ingestibili” (…) e satirizzato i comportamenti schizofrenici?

Se volete ditecelo voi, almeno sapremo cosa ne pensa il pubblico del nostro lavoro e se valga la pena continuare a farlo. Noi siamo in piena Crisi Mistica, abbiamo perso la Fede e ci siamo stufati.

Molto più di Fabris Fibras.

®Riproduzione Riservata.

 

 

 

Related posts