Home Curiosità Perché il semaforo ha i colori rosso, giallo e verde? Una storia...

Perché il semaforo ha i colori rosso, giallo e verde? Una storia tutta da scoprire!

0
228
Semaforo, il significato dei colori
Semaforo, il significato dei colori

Perché i colori del semaforo sono tradizionalmente rosso, giallo e verde? La risposta risiede in una combinazione di fattori storici, convenzioni e praticità. Una storia tutta da scoprire!

Rosso, giallo e verde: cosa significano i colori del semaforo

Rosso, giallo e verde sono i colori che tradizionalmente caratterizzano i semafori nelle nostre città. Ma per quale motivo sono stati scelti proprio questi colori? Partiamo dalla scelta del rosso. Questo colore ardente, richiama immediatamente l’attenzione e indica pericolo. È un segnale di stop netto e deciso, che ci invita a fermarci senza tentennamenti. Il rosso è il colore del sangue, del fuoco e persino dell’amore passionale. È difficile passare inosservati quando si vede un semaforo rosso davanti ai nostri occhi.

Il giallo, invece, rappresenta l’attenzione. Qui, le radici storiche hanno un ruolo importante. Ai tempi delle ferrovie, il verde indicava “via libera”, mentre il rosso era il segnale di stop. Il problema era che i treni non potevano passare da un’estrema velocità alla completa immobilità senza causare incidenti. Quindi, il giallo è stato scelto come un avvertimento, un avviso che presto avremmo dovuto fermarci. Il giallo è un colore che cattura l’attenzione, anche se non è così intenso come il rosso. Ci fa alzare le sopracciglia e mette in moto il nostro sistema di allerta.

Infine, il verde. Questo colore è spesso associato alla natura e alla tranquillità. Ci fa pensare ai prati verdi e alle foreste. Forse per questo motivo è stato scelto per indicare il via libera. Quando il semaforo diventa verde, sappiamo che possiamo procedere senza problemi e che la strada è libera. La vista del verde sul semaforo ci rilassa e ci dà un senso di sicurezza.

Semaforo

Perché sono stati scelti questi colori

Ma come sono stati scelti questi colori inizia a diventare una questione di convenzione. Le ferrovie avevano già stabilito il codice dei colori che sarebbero stati usati per segnalare il traffico sui binari. E questa convenzione è stata estesa ai semafori stradali per garantire uniformità e riconoscimento universale. Quindi, quando vediamo un semaforo rosso, giallo o verde, sappiamo istintivamente cosa fare perché abbiamo imparato a interpretare i colori fin dalla nostra infanzia.

In realtà, ci sono alcune varianti nella sequenza di apparizione dei colori del semaforo a seconda dei paesi. In alcuni luoghi, l’arancione appare insieme al rosso per segnalare l’imminente via libera del verde. Ma, alla fine, il significato dei colori rimane lo stesso, indipendentemente dall’ordine in cui vengono presentati. Sono questi, dunque, i colori che guidano il flusso del traffico e ci aiutano a guidare in sicurezza sulle strade.